Flower 58

lunedì 28 ottobre 2019

Evergetikon. Naturalmente senza compromessi.


Ci sono aziende che si accontentano della forma, e altre che cercano la sostanza. Con questa riflessione desidero iniziare l'articolo che state leggendo, in cui vi parlo di un'azienda che non conosco personalmente ma solo per esperienze altrui, ma di cui ho avuto il piacere di approfondire la conoscenza grazie ad Antonella, uno dei fondatori di Bioesis, unico partner italiano di questa azienda. Sto parlando di Evergetikon, brand che già dal nome richiama terre lontane, e che propone in ogni prodotto della linea un vero e proprio viaggio sensoriale. Evergetikon nasce infatti in mezzo ad una tra le prime aree al mondo in termini di biodiversità. Se non ne avete mai sentito parlare vi invito a visitare il sito internet, a QUESTO link.


Le foto che vedrete in questo articolo non sono scattate da me. Oltre a quelle prese dal sito ufficiale dell’azienda troverete infatti immagini di Elena, di BioLandiaOnline, shop che rivende il marchio e che ha accettato con entusiasmo di “prestarmi” le sue foto per questo articolo. Nel suo gruppo facebook si parla spesso di Evergetikon, quindi se avete dubbi o volete qualche informazione su alcuni prodotti vi invito ad iscrivervi! QUESTO è invece il link per visitare il negozio di Elena.

Evergetikon nasce 12 anni fa, e sceglie di proporre cosmetici ricchi di attivi ma privi di acqua. Non è l’unico esempio di cosmesi anidra in commercio, ma questo non lo rende meno interessante.
L’assenza di acqua permette la formulazione di cosmetici privi di conservante, poiché senza questo ingrediente non vi è proliferazione batterica. Personalmente non evito a priori i conservanti nei cosmetici, ma cerco sempre di basare la mia scelta per questi su una valutazione attenta e frutto di continuo studio (come del resto faccio per la scelta dei cosmetici in generale). Ritengo però molto interessanti queste formulazioni, che differiscono in maniera sostanziale dalle comuni emulsioni e che possono rivelarsi un’ottima alternativa o una buona variante anche solo in alcuni periodi per trattare la nostra pelle con una tipologia di cosmetico diverso. L’assenza di acqua rende inoltre i cosmetici Evergetikon performanti anche (e soprattutto) in piccole quantità, per godere a pieno dell’esperienza di utilizzo.


Il brand basa ogni referenza che propone su un’attenta ricerca che unisce formule antiche all’innovazione. E’ per questo che vengono impiegate anche materie prime comuni, controllare e scelte per apportare il massimo beneficio alla nostra pelle, ma anche attivi e ingredienti più ricercati e meno facili da trovare nei cosmetici, che spiccano per le straordinarie caratteristiche.
Informandomi meglio su questo brand ho avuto l’impressione che si tratti di un’azienda capace di prendere il buono sia dal passato che dal presente, senza la frenesia di superare obbligatoriamente l’uso di ingredienti ormai comuni, ma anzi riconoscendone ampiamente il loro valore nel campo della cosmesi. Tutto questo senza però dimenticare il progresso e le novità che quotidianamente vengono fatti in tal senso. Tra i prodotti dell’azienda spiccano, a parere mio, i profumi in polveri, cosmetico che reputo nuovo nel panorama della cosmesi. Ever è infatti proposto in tre varianti, elaborate in anni di ricerca, per permettere il lancio di questo prodotto con caratteristiche uniche.


Ma tanti sono i prodotti che Evergetikon propone senza mai cadere nel banale, riuscendo a rendere degna di nota anche una semplice crema viso, almeno per quel che riguarda la formulazione e le caratteristiche. Del resto il laboratorio di produzione nasce in mezzo a più di 6.500 specie botaniche, un ricchissimo paesaggio a cui attingere per studiare nuovi componenti e formulazioni. Sul sito dell’azienda è visibile a tutti il catalogo dei prodotti che l’azienda propone, con un approfondimento molto utile sulla cosmesi anidra (vi invito a leggerlo).


Raramente mi è capitato sul sito di parlare di aziende che non conosco personalmente, mi piace aver provato quello di cui parlo per poterlo fare con cognizione. Ma tuttavia penso che in questo modo si perda un punto fondamentale, la soggettività. Occorre non dimenticare che quello che si è rivelato indicato per me, le mie preferenze e le mie esigenze potrebbe non esserlo per voi. Per questo motivo ho voluto semplicemente parlarvi dell’azienda, unendo e sintetizzando quello che ho appreso dal sito e dalla chiacchierata con Antonella, con la speranza di avervi incuriosito e avvicinato ad un brand che magari come me non conoscete. Fatemi sapere, se vi va, cosa ne pensate di Evergetikon, se avete provato qualcosa, e quali sono le vostre esperienze in merito, affinchè chi non ha mai sentito parlare del marchio possa essere magari guidato nell’acquisto, o fare domande a chi è già vicino ai prodotti.

Ancora una volta ringrazio Antonella, la cui disponibilità è stata infinita e preziosa, ed Elena, che insieme alla community di Biolandia si è dimostrata ancora una volta gentilissima e pronta ad accogliere con entusiasmo la proposta di condividere le foto presenti sul suo gruppo!

                                                   


Nessun commento:

Posta un commento